Contratto di Opzione di Acquisto

Cos'è il Contratto di Opzione di Acquisto

L’Opzione di Acquisto si compone di due distinti contratti, aventi vita propria: un Contratto di Locazione e un Contratto di Opzione di Acquisto.

Con il Contratto di Opzione di Acquisto il Proprietario si vincola per un determinato periodo di tempo ad un possibile acquisto da parte del Conduttore (Opzionario) il quale, entro il termine fissato, ha la facoltà e non l’obbligo di acquistare l’immobile.

La data ultima per l’esercizio dell’opzione di acquisto non ha limite ma sicuramente dovrà essere anteriore o contestuale a quella di scadenza naturale del Contratto di Locazione.

Cosa contiene il Contratto di Opzione di Acquisto

Il Contratto di Opzione di acquisto di DokiCasa, redatto da esperti Legali e Notai, soddisfa i requisiti di legge, indicando:

  • la descrizione, le eventuali pertinenze, la destinazione ed i dati catastali che identificano l’immobile;
  • la scadenza del diritto di Opzione d’acquisto dell’immobile da parte del Conduttore;
  • il prezzo di vendita;
  • i dati necessari per la definizione del preliminare di compravendita, da stipulare subito dopo l’esercizio del diritto di opzione.

Quali sono i vantaggi del Contratto di Opzione di Acquisto

Il vantaggio per il Conduttore, possibile futuro Acquirente, è quello di godere immediatamente dell’immobile, a titolo di locazione, corrispondendone i canoni, con la possibilità, entro un determinato tempo, di effettuare l’acquisto.

Il vantaggio per il Proprietario è quello di percepire un canone leggermente più alto oppure locare facilmente un immobile che in realtà ha alcune componenti da ristrutturare.

Registrazione e Trascrizione del Contratto di Opzione di Acquisto

Il Contratto non può essere trascritto in Conservatoria, in quanto di tipo aleatorio. Occorre obbligatoriamente registrare i Contratti, sia quello di Locazione che quello di Opzione, agli Atti Privati presso l’Agenzia delle Entrate (ex Ufficio Registro), il primo come un normale contratto di locazione ed il secondo “a tassa fissa” di € 200 + i bolli.

Spese e Tassazione

Nel caso in cui venisse esercitata l’Opzione di acquisto, l’IMU e le imposte di tipo patrimoniale saranno a carico del Venditore, fino alla data di Atto definitivo. Le spese per l’Atto definitivo saranno a carico del Compratore.

Modello Contratto di Opzione di Acquisto

"Contratto scaricato in 5 minuti, ho acquistato anche la firma e la registrazione, consigliato!"
Elsa P.
Proprietario
"Risparmio di tempo, contratto compilato in 5 minuti in formato Word e PDF."
Grimaldi Oltrepocase
Agenzia
Informazioni Utili

Cosa succede se non si esercita l'opzione di acquisto?

Nulla, il Contratto di Locazione continua, anche qualora fosse scaduta la possibilità di esercitare l’opzione di acquisto.

Il Conduttore esercita l’Opzione ma il Proprietario rifiuta di vendere

Il Conduttore/Opzionario, qualora il Proprietario si rifiutasse di vendere l’immobile, dopo aver stipulato il Contratto di Opzione, potrà rivolgersi all’Autorità Giudiziaria richiedendo l’adempimento specifico (per cui il Giudice stabilirà il trasferimento immobiliare del bene con un’ordinanza a fronte del pagamento del prezzo pattuito) oppure potrà richiedere la risoluzione con danni da dimostrarsi.

La scadenza per l’Opzione può essere posteriore a quella di termine della Locazione?

La data ultima per l’esercizio dell’opzione di acquisto non ha limite ma sicuramente dovrà essere anteriore o contestuale a quella di scadenza naturale del Contratto di Locazione.

Immobile di nuova costruzione: cosa succede se l’impresa fallisce

Il Contratto di Opzione continua ad avere validità per cui l’Opzionario può esercitare l’opzione, subordinatamente a che il prezzo sia congruo, rispetto alla perizia del CTU, non artificiosamente basso e che i termini non siano eccessivamente lunghi da non permettere alla Curatela di effettuare i riparti. In ogni caso, qualora il Contratto di Opzione venga annullato dal Giudice Delegato, non avendo corrisposto Caparra alcuna, il Conduttore/Opzionario non avrà danni e potrà continuare nella locazione.

Gli immobili in costruzione possono essere oggetto di Opzione di acquisto?

Si, certamente, l’Opzione di acquisto può avere ad oggetto qualsiasi immobile: appartamenti, autorimesse, cantine, negozi, uffici, capannoni e negozi. Persino terreni.

Anche gli immobili gravati ad ipoteca del Mutuo possono essere oggetto di Opzione di Acquisto a condizione che il Mutuo venga estinto da parte del Proprietario entro il termine previsto per l’Atto di definitivo trasferimento, anche con il ricavo della vendita.

Normativa ed Informazioni

Normativa di riferimento: Articolo 1326 del Codice Civile e seguenti

Altri modi per chiamare il Documento:
  • Patto d’opzione
Prezzi Opzione di Acquisto

Singolo Contratto

€39 + IVA

Il più scelto dai Privati!

Abbonamento Contratti

€169/anno + IVA

👤 Il più scelto da Agenzie/Professionisti!

Adempimenti Successivi

Un Esperto controlla che il Contratto sia compilato correttamente

Firma Elettronica

Firma e distanza e con validità legale il tuo Contratto di Locazione

Cosa fare dopo la firma?

Registrazione dell'Opzione di Acquisto

Il Contratto non può essere trascritto in Conservatoria, in quanto di tipo aleatorio. Occorre obbligatoriamente registrare i Contratti, sia quello di Locazione che quello di Opzione, agli Atti Privati presso l’Agenzia delle Entrate (ex Ufficio Registro), il primo come un normale contratto di locazione ed il secondo “a tassa fissa” di € 200 + i bolli.

Valutazione 4,6
4.6/5

Affidati a Professionisti, non improvvisare!

0 +
Servizi Online
0 +
Pratiche mensili
0 +
Utenti Registrati

Opzione di Acquisto