Antiriciclaggio per Agenzie Immobiliari

Servizio Completo Online: Moduli per Verifica del Cliente e l'Analisi del Rischio e formazione per l'Agenzia

Valutazione di Google
4.8
Basato su 113 recensioni

Obblighi normativi per gli Agenti Immobiliari

Sono diverse le attività criminali compiute all’interno del nostro territorio nazionale: corruzione, estorsione, contrabbando, contraffazione ed evasione. Questi reati portano spesso al riciclaggio del denaro ed il settore immobiliare costituisce uno dei settori privilegiati per il reimpiego dei ricavi delle organizzazioni criminali e mafiose e dei capitali illeciti stranieri.

Gli Agenti Immobiliari sono tenuti ad osservare tutti gli obblighi relativi alla normativa antiriciclaggio, nello specifico: l’identificazione del Cliente e dell’Operazione e l’analisi del rischio di Antiriciclaggio.

Identificazione del Cliente e dell'Operazione

E’ necessario identificare correttamente un Cliente attraverso la raccolta di dati e Documenti Ufficiali (es: Carta di Identità in caso di Persona Fisica, oppure Visura Camerale in caso di Società). Altresì, è necessario identificare, in relazione al Cliente, quale è l’Operazione richiesta (es: Incarico di Vendita) ed il valore di denaro o la provenienza del bene in oggetto.

Analisi del rischio

L’analisi del rischio è una dei principali adempimenti richiesti al Professionista e permette, una volta identificati il Cliente e l’Operazione da lui richiesta, di valutare il rischio di riciclaggio di denaro.

DokiCasa: il Servizio n°1 per l'Antiriciclaggio

In collaborazione con Nimble Consulting

Il Servizio è rapido e completamente Online

Compili automaticamente i Documenti per essere a norma e per identificare ogni tuo cliente, in meno di 5 minuti

Risparmi tempo ed eviti ingenti sanzioni

La nostra tecnologia ti permette di personalizzare i Documenti, eliminare gli errori e ti guida nelle scelte

Puoi provare il Servizio gratuitamente

Richiedi un test gratuito per l'Antiriciclaggio dei tuoi Clienti, non potrai più farne a meno

Come si effettua una verifica del Cliente

L’adeguata verifica del Cliente deve essere effettuata in caso di prestazioni professionali continuative od occasionaliResta fermo che, ove non sia chiaramente identificabile il valore della dell’Operazione, l’obbligo di adeguata verifica dovrà comunque essere adempiuto.

Rilascio di un Documento in corso di validità

L’identificazione del Cliente e la verifica della sua identità deve avvenire attraverso riscontro di un documento d’identità o di altro documento di riconoscimento equipollente ai sensi della normativa vigente nonché sulla base di documenti, dati o informazioni ottenuti da una fonte affidabile e indipendente.

Identificazione del titolare effettivo

Nel caso il Cliente sia una Società od operi per conto terzi, è necessario identificare il del titolare effettivo e verificarne la sua identità.

Quali sono le verifiche che l'Agenzia deve effettuare

L’Agenzia Immobiliare dopo aver identificato il cliente ed il titolare effettivo dell’operazione deve verificare lo scopo e la natura dell’operazione, cosi come la presenza del cliente (o del titolare effettivo) all’interno di Black List. Qualora il cliente sia una “Persona Esposte Politicamente (Pep)”, questa informazione deve essere presente all’interno della modulistica. L’Agenzia o l’Agente che procede all’identificazione deve inoltre attribuire al cliente e all’operazione una determinata classe di rischio, fondata su fattori oggettivi e soggettivi, mantenendo un controllo costante nel corso di tutta l’operazione e, nel caso di sospetti, procedere con controlli rafforzati nei casi indicati dalla normativa.

L'Antiriciclaggio con DokiCasa: semplice e sicuro

In collaborazione con Nimble Consulting

ANTIRICICLAGGIO PER I CLIENTI

da €129/anno

IVA esclusa

✅ Compilazione guidata dei moduli

Identificazione del Cliente

Adeguata Verifica

Analisi del rischio

 

✅ Conservazione a norma

Conservazione dei Documenti

FORMAZIONE PER ANTIRICICLAGGIO

da €99/anno

IVA esclusa

✅ Corso Antiriciclaggio

Formazione per l’Agenzia Immobiliare


✅ Rilascio Certificato di Formazione

Include un test finale

Come essere a norma per l'Antiriciclaggio

L’Agenzia Immobiliare è tenuta alla verifica del Cliente ogni volta che si instaura un nuovo rapporto di lavoro, sia esso di tipo occasionale che continuativo oppure quando si compie un’operazione per importo maggiore di 15.000€ (anche in differenti transazioni).

Conservazione dei Documenti

E’ necessario inoltre conservare la documentazione relativa all’identificazione del Cliente, da esibire in caso di controlli. Per ogni cliente deve essere creato un fascicolo “antiriciclaggio” dedicato e conservare le informazioni raccolte per 10 anni a partire dalla conclusione dell’operazione.

Segnalazione di Operazioni sospette

Nel caso in cui si verificassero violazioni della normativa od operazioni sospette, è necessario effettuare una segnalazione agli organismi competenti. Questi adempimenti ricadono non sono sulle Agenzie Immobiliari, ma bensì anche sui singoli Agenti.

Obbligo di Formazione

L’Agente Immobiliare deve adempiere all’obbligo di conoscere la normativa anti-riciclaggio, così come disposto dall’art. 16 c.3 del D.lgs 90/2017: “Lo svolgimento di programmi […] di formazione finalizzati alla corretta applicazione delle disposizioni di cui al presente decreto, al riconoscimento di operazioni connesse al riciclaggio o al finanziamento del terrorismo e all’adozione dei comportamenti e delle procedure da adottare.”

Chi ha provato i nostri Servizi Immobiliari

4.8
Basato su 113 recensioni
Patrizia B.
Patrizia B.
11:15 30 Jan 23
CONSIGLIATISSIMO! Preparati, competenti e celeri. Un professionista mi aveva redatto (al costo di... € 150,00.. SOLO X LA REDAZIONE!) un contratto a canone concordato libero. In fase di registrazione ho capito che c'era qualcosa che non andava perché non mi venivano riconosciuti i benefici fiscali della L. 431/1998. Ho contattato Doki Casa il 25/01, un consulente mi ha spiegato le procedure e il 28/01 il mio contatto era già perfezionato, sottoscritto e registrato. Servizio on line impeccabile! Mi hanno seguito passo passo su ogni step. Estrema gentilezza.leggi di più
Laura
Laura
08:50 27 Jan 23
Ottimo servizio!
fulvio G.
fulvio G.
06:29 27 Jan 23
Correttezza, competenza e cortesia hanno caratterizzato il mio rapporto recente con Dokicasa. I... costi dei servizi veramente contenuti. Consiglio questa startup a chiunque abbia bisogno di assistenza burocratico/immobiliare.leggi di più

Domande Frequenti sull'Antiriciclaggio

Per i soggetti venditori/proprietari degli immobili la Verifica Antiriciclaggio deve essere fatta a partire dall’acquisizione dell’immobile, sia in caso di Incarichi scritti che verbali. La normativa prevede 30 giorni di tempo per raccogliere la documentazione e produrre e firmare il fascicolo antiriciclaggio.

Quando l'affare viene concluso (es: accettazione della proposta e/o preliminare) la normativa richiede di verificare anche la parte acquirente indicando il prezzo concordato tra le parti e la data di conclusione dell’affare. In questa fase la verifica va fatta anche se non c’è stato scambio di denaro (come ad esempio in caso di proposta vincolata al mutuo o clausola sospensiva).

Se il prezzo dell’operazione varia da una fase all’altra (es: Proposta e Preliminare), deve essere aggiornato il fascicolo di Rischio dei soggetti della pratica e conservato insieme al precedente fascicolo già stampato e sottoscritto.

In caso di Affitto, l’obbligo di Antiriciclaggio è stato ridotto ai soli casi di canone mensile superiore ai 10.000€, ma se una delle parti del contratto è una Persona Giuridica (Srl, Snc, Spa, ditta individuale, associazione, etc.) oppure è una persona Politicamente Esposta o ancora si è instaurato un rapporto Continuativo (con il quale l’agenzia ha gestito o deve gestire più operazioni) allora la verifica del cliente rimane necessaria.

In caso di Consulenza, dove non si è fatta attività di mediazione ma si è fatturato un servizio prestato, rimane l’obbligo di antiriciclaggio nei confronti del cliente al quale viene intestata la fattura.

Persone politicamente esposte: le persone fisiche che occupano o hanno cessato di occupare da meno di un anno importanti cariche pubbliche, nonché' i loro familiari e coloro che con i predetti soggetti intrattengono notoriamente stretti legami.

Per la corretta identificazione del cliente è necessario il documento di identità e il codice fiscale, se il cliente è una persona giuridica è necessaria la visura e il documento di identità e il codice fiscale dell’esecutore. Se questi non sono presenti nel fascicolo del cliente, questo sarà incompleto (e potenzialmente soggetto a sanzione). Si può permettere l’integrazione successiva della documentazione tenendo conto che:

Il titolare effettivo è la persona fisica per conto della quale viene realizzata un’operazione. Nel caso di un’entità giuridica, si tratta di una persona fisica (o più persone). La non individuazione del titolare effettivo può essere un indicatore di rischio, secondo quanto previsto dalla normativa antiriciclaggio.