Registrazione Contratto Locazione Online

Come registrare un Contratto di Affitto Online

La registrazione del Contratto di Affitto di un bene immobile è obbligatoria se il Contratto ha una durata maggiore ai 30 giorni

La registrazione deve avvenire entro 30 giorni a partire dalla data più “vecchia” tra quella di decorrenza (inizio locazione) e quella di stipula del Contratto. Il Proprietario ha inoltre 60 giorni per dare comunicazione di avvenuta registrazione all’affittuario e all’eventuale amministratore di condominio. In caso di registrazione tardiva, verranno applicate le sanzioni.

Il Mod. RLI è l’unico Modello utilizzabile per richiedere la Registrazione del Contratto di Locazione, oltre che per:

  • comunicare gli Adempimenti Successivi (proroghe, cessioni, risoluzioni etc…);
  • esercitare la cedolare secca;
  • comunicare i dati catastali dell’immobile oggetto del Contratto.
Sono soggetti a registrazione anche i Contratti verbali dove, in tal caso, il termine della registrazione verrà computato a partire dalla data di esecuzione.

Registrazione telematica: quando è obbligatoria

La registrazione può essere effettuata in modalità cartacea, recandosi direttamente presso un Ufficio dell’Agenzia delle Entrate, oppure per via telematica, anche per il tramite di un intermediario abilitato.

La registrazione telematica è sempre obbligatoria per chi è proprietario di più di dieci immobili e per gli Agenti Immobiliari.

I versamenti relativi alle registrazione mediante servizi telematici, avvengono con addebito diretto sul conto corrente bancario o postale.

Costo Registrazione Contratto Locazione

Per registrare un Contratto di Affitto è necessario versare l’imposta di registro e l’imposta di bollo, che non vanno corrisposte solamente in caso di adesione alla Cedolare Secca.

L’importo dell’imposta di registro varia in base all’immobile locato o affittato e può essere pagata, al momento della registrazione, per l’intera durata del contratto, oppure versata anno per anno. L’imposta di bollo è pari a 16 euro ogni 4 facciate scritte del contratto e, comunque, ogni 100 righe.

Registrazione con Cedolare Secca

La Cedolare Secca è un regime di tassazione facoltativo che si calcola applicando un’aliquota del 21% sul canone di affitto annuo, la cui adesione va comunicata in fase di registrazione del Contratto. L’aliquota viene ridotta al 10% per i contratti di locazione a canone agevolato (concordato). 

L’esercizio dell’opzione di Cedolare Secca, può essere effettuato di anno in anno.

Mancata registrazione del Contratto

L’omessa registrazione del Contratto di Locazione, il parziale occultamento del corrispettivo o il tardivo versamento dell’imposta di registro, rappresentano violazioni fiscali e comportano l’applicazione di sanzioni amministrativeIl comma 346 della Legge n. 311/2004, prevede la nullità di tutti in contratti di affitto stipulati ma non registrati (quando ne ricorrono i presupposti). Il Contratto nullo ed annullabile deve comunque esser registrato e vi è obbligo di pagare le imposte dovute.

Sanzioni ordinarie

La sanzione ordinaria, relativamente all’imposta di registro, varia dal 120% al 240% dell’imposta non versata, ridotta dal 60% al 120% in caso di registrazione tardiva entro 30 giorni dalla scadenza originaria. E’ possibile ridurre le sanzioni ordinarie tramite il “ravvedimento operoso”.

Come funziona il ravvedimento operoso

Il ravvedimento operoso permette di regolarizzare, spontaneamente, i versamenti di imposte omessi, pagando sanzioni ridotte:

  • 0,1% per ogni giorno di ritardo, in caso di ravvedimento entro i primi 14 giorni;
  • 1,5%, in caso di ravvedimento tra i 15 e i 30 giorni;
  • 1,67%, in caso di ravvedimento tra i 31 e i 90 giorni;
  • 3,75%, in caso di ravvedimento tra i 91 giorni e la dichiarazione;
  • 4,29% , in caso di ravvedimento entro la dichiarazione successiva;
  • 5% , in caso di ravvedimento oltre il termine della dichiarazione successiva.

Servizio di Registrazione Online di DokiCasa

Rispondi a poche semplici domande, a tutto il resto pensiamo noi!

VERIFICA DATI DEL CONTRATTO

Un Consulente controlla il Contratto di Locazione prima di registrarlo, se ci sono anomalie ti contatterà.

CALCOLO IMPOSTE E SANZIONI

Se il Contratto NON è in Cedolare Secca, il nostro sistema calcolerà in automatico le imposte da versare.

TEMPISTICHE CERTE

Entro 48h ti inviamo la Ricevuta di Registrazione da parte dell'Agenzia delle Entrate (nel 90% dei casi in meno di 12h).

AVVISI PER FUTURE SCADENZE

Ti informiamo via E-mail e/o SMS quando sono richiesti Adempimenti Successivi, non ti dimenticherai di nessuna scadenza.

PENSIAMO A TUTTO noi

Ti invieremo la Ricevuta di Registrazione ed il Modello RLI compilato, non dovrai più fare nulla e avrai sempre a disposizione i tuoi Documenti

Informazioni Utili

Per registrare il Contratto serve l'APE?

Non è necessario allegare l’Attestato di Prestazione Energetica in fase di registrazione, ma è necessario che sia presente una clausola all’interno del Contratto di Locazione, dove il Conduttore dichiara di aver ricevuto le informazioni e la documentazione relativa all’APE.

Cosa ricevo dopo la registrazione del Contratto?

Riceverai la Ricevuta di Registrazione del Contratto di Locazione rilasciato dall’Agenzia delle Entrate, oltre che il modello RLI compilato.

Chi deve registrare il Contratto?

La registrazione del Contratto spetta al Locatore (Proprietario), ma in caso di mancata registrazione “è responsabile” anche il Conduttore (Inquilino), quindi nulla impedisce a quest’ultimo di sostituirsi al Proprietario e di registrare il contratto da sé.

Chi paga per la registrazione del Contratto?

Solitamente, le spese per la registrazione del contratto di locazione sono divise equamente tra le parti: metà a carico del Locatore e metà del ConduttoreNel Contratto ci si potrà comunque accordare diversamente, prevedendo il pagamento delle spese per la registrazione del Contratto di Affitto da solamente una delle due parti.

Calcolo Imposta di Registro Locazione

L’imposta di registro varia a seconda dell’immobile affittato, nello specifico:

 Fabbricati a uso abitativo: 2% del canone annuo moltiplicato per il numero delle annualità;
– Fabbricati strumentali per natura: 1% del canone annuo, se la locazione è effettuata da soggetti passivi Iva mentre 2% del canone negli altri casi;
– Fondi rustici: 0,50% del corrispettivo annuo moltiplicato per il numero delle annualità;
– Altri immobili: 2% del corrispettivo annuo moltiplicato per il numero delle annualità.

Il versamento per la prima annualità non può essere inferiore a 67 euroPer i contratti di locazione a canone concordato è prevista una riduzione del 30% della base imponibile sulla quale calcolare l’imposta di registro.

Sul deposito cauzionale versato dall’inquilino non è dovuta l’imposta di registro. Se però il deposito è pagato da un terzo estraneo al rapporto di locazione, va versata l’imposta nella misura dello 0,50%.

Quanto si paga con la Cedolare Secca

Tramite l’adesione alla cedolare secca non andranno pagate l’imposta di registro e l’imposta di bollo, ordinariamente dovute per registrazioni, risoluzioni e proroghe dei contratti di locazione. La cedolare secca può essere esercitata per le unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali da A1 a A11 (esclusa l’A10 – uffici o studi privati) locate per uso abitativo.

Durante la di dichiarazione dei redditi la cedolare secca si applica sul 100% del canone incassato annualmente, mentre in caso di canone annuo di locazione senza cedolare secca, ovvero in regime ordinario, viene dichiarato al 95% in caso di contratti a canone libero (locazione 4+4 ad esempio), mentre al 66,5% in caso di Contratti a canone agevolato (studenti o 3+2 ad esempio).

Quando si può registrare con Cedolare al 10%

La Cedolare Secca al 10% spetta solamente in presenza di adeguata Certificazione da parte di un’Associazione di Categoria e se l’immobile è ubicato:

  • nei comuni con carenze di disponibilità abitative (articolo 1, comma 1, lettere a) e b) del decreto legge 551/1988), ossia: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Venezia e dei comuni confinanti con gli stessi;
  • in tutti gli altri comuni capoluogo di provincia;
  • nei Comuni ad alta densità abitativa individuati dal CIPE (vedi elenco).

Affidati a Professionisti, non rischiare

Ho allegato il Contratto, risposto a 3 domande e dopo neanche 24h ho ricevuto la ricevuta di registrazione!
Elsa P.
Proprietario
DokiCasa calcola in automatico le imposte, non bisogna fare nulla e l'addebito è diretto su IBAN
Grimaldi Oltrepocase
Agenzia
Prezzi Prima Registrazione

Privati

€25 + IVA

👤 Agenzie e Professionisti

€20 + IVA
Valutazione 4,6
4.6/5

Affidati a Professionisti, non improvvisare!

0 +
Servizi Online
0 +
Pratiche mensili
0 +
Utenti Registrati

Prima Registrazione